• DRINKSTRUCTION

    Saison con una percentuale di segale che le dona un profilo organolettico più rustico e fresco. Al naso le note fruttate della saison si equilibrano con la parte lupolata che vira verso il pompelmo. Finale secco ed equilibrato, pericolosamente beverina.

  • GADDINA YOUNG

    Colore giallo dorato con una lieve velatura e schiuma bianca fine e persistente. Al naso spiccano note di pompelmo e di resina, in seconda battuta si percepiscono note fruttate più delicate. In bocca la leggera dolcezza iniziale lascia subito spazio ad un amaro importante e persistente, che non risulta però invasivo. Una leggera acidità finale lascia la bocca pronta ad un nuovo assaggio.

  • ROCCO’N’ROLL

    Birra dal colore giallo dorato e dalla schiuma bianca. Aroma erbaceo e leggermente agrumato con delicate note di miele e caramello. Finale tendenzialmente amaro ed equilibrato.

  • WEST COST

    Birra di colore ramato e dalla schiuma color avorio. Al naso risalta la presenza importante di luppoli americani dai sentori agrumati e resinosi e una leggera presenza di note di caramello. In bocca l’amaro è predominante e persistente, bilanciato dal corpo della birra e dalla presenza di malti tostati.

  • JUAN

    Birra dal colore giallo brillante, con note di frutta tropicale e ananas ed un leggero amaro finale. Estremamente beverina.

  • U'GEMEL

    Brown ale in stile inglese, poco luppolata, semplice e con una bevuta che richiama alla nocciola e al caramello.

  • BIANCHINA

    Birra d’ispirazione belga, dal colore giallo paglierino, leggermente velata e dalla schiuma bianca e persistente. Aroma agrumato grazie all’utilizzo di coriandolo e buccia d’arancia amara, perfetta per l’abbinamento con piatti a base di pesce. Il finale leggermente acido la rende estremamente beverina e dissetante.

  • SO'BIOLOGA

    Birra dal colore marrone scuro e dall’abbondante e persistente, schiuma color nocciola. Aroma intenso di caffè, cacao e cioccolata lascia spazio ad un profumo di luppolo leggermente agrumato ed un finale di liquirizia. Al palato prevale la nota tostata con sentori di caffè e cioccolata ed un amaro lungo, persistente e ben bilanciato.

Birrificio del Vulture

L’idea del Birrificio del Vulture parte da lontano e precisamente dal 2009, anno in cui Ersilia e Donatello mossi dalla comune passione per la birra artigianale di qualità, pensano bene di attrezzarsi a dovere per poter iniziare a produrre le proprie birre in casa, dando il via alla loro personale carriera da homebrewers. Di “cotta in cotta” cresce la passione per la produzione, ed aumenta anche la volontà di approfondire e conoscere al meglio questo mondo, infatti sono molti i corsi e gli eventi a tema a cui parteciperanno, facendo contemporaneamente anche esperienze sul campo in altre aziende di produzione.Con un obiettivo ben impresso nella testa ed un sogno nel cuore, continuano tenaci nell’intento di avviare il microbirrificio nella loro terra d’origine, la Lucania, e precisamente nel Vulture, territorio non proprio a vocazione brassicola, madre del vino aglianico dalla notte dei tempi, terra arida e zona in cui la birra artigianale, non ha ancora trovato il proprio habitat, almeno fino ad ora. Finalmente ci siamo: Il Birrificio del Vulture è realta. Visita il loro sito web cliccando sul link di seguito riportato: Sito Ufficiale